Chiesa Madre di Diamante

Verona - Apse of Chapel Miniscalchi in Saint Anastasia's church from year 1506 designed by Angelo di Giovanni with main scene of the Pentecost on January 27, 2013 in Verona, Italy.

Solennità della Pentecoste

Dal Vangelo secondo Giovanni 14,15-16.23-26

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«Se mi amate, osserverete i miei comandamenti;e io pregherò il Padre ed egli vi darà un altro Paràclito perché rimanga con voi per sempre.
Se uno mi ama, osserverà la mia parola e il Padre mio lo amerà e noi verremo a lui e prenderemo dimora presso di lui. Chi non mi ama, non osserva le mie parole;e la parola che voi ascoltate non è mia, ma del Padre che mi ha mandato.
Vi ho detto queste cose mentre sono ancora presso di voi. Ma il Paràclito, lo Spirito Santo che il Padre manderà nel mio nome, lui vi insegnerà ogni cosa e vi ricorderà tutto ciò che io vi ho detto».

Riflessione

E’ tutto un gioco di amore. Facciamo esperienza dell’amore del Padre che, nel Figlio, grazie all’abbraccio dello Spirito, raggiunge le nostre persone. Grazie alla bellezza e potenza di quest’amore, proprio perché attratti da esso, la Parola diventa sostanza e volentieri la osserviamo. In questo gioco, concretamente e realmente, diventiamo “dimora” della Trinità, siamo cioè abitati completamente dalla Grazia e siamo gioiosi perché amati. A sua volta, Dio ci rende capaci di amare e di realizzare progetti di vita la cui legge è l’amore gratuito. In questo gioco d’amore lo Spirito Santo è Presenza “vivificante” in quanto “insegna ogni cosa”, cioè segna, incide ogni realtà, ogni tempo con la potenza del suo amore. Egli è “Paràclito”, cioè chiamato a starci vicino, anzi dentro per “ricordarci” il vangelo (“ciò che io vi ho detto”). Sta a noi lasciarci “invadere” da questa “Potenza di amore” e incendiare la vita, le relazioni con la passione per il bene, la bellezza, la verità e la giustizia. Altrimenti ce ne stiamo lontano da questo “Fuoco” e da questo “Maestro interiore” e soffriamo il freddo della solitudine, delle paure, dell’indifferenza. Questa, purtroppo, è la via del lamento, del pessimismo e dell’accidia. Santa Festa di Pentecoste!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp