Chiesa Madre di Diamante

Ferite aperte

scogliera

14 dicembre 2020  Le ferite aperte

Ci sono ferite intime, nella vita, che non dici al primo che incontri, e neanche alle persone a cui ti senti più  legato. Sono soprattutto le ferite dell’affettività. Sono quelle cose per le quali uno si sente fuori del mondo, per le quali la vita sembra essere stata mortificata. Quante cose succedono le cui ferite continuano a sanguinare lungo il tempo! Pensate a quelle ragazze prese in giro per i difetti del loro corpo; pensate alle sensazioni e le ferite di vergogna subite quando si è piccoli: sguardi indiscreti su di sé, piccoli o grandi abusi per le quali si avverte come una macchia sulla propria pelle. E c’è il dubbio che possa esser stato tu la causa di quel comportamento scorretto nei tuoi confronti. E così si perde vita. Ovviamente gli esempi valgono sia per le femmine che per i maschi. Si possono fare tanti esempi che vanno al di là di questi aspetti più specifici ma che comunque toccano sempre la sfera delle relazioni, il mondo dell’affettività e della propria identità. Ci sono luoghi del proprio essere dove si è tortuosi, contraddittori, impacciati, impauriti, timidi, sfuggenti, bloccati, delusi, disperati, aggressivi senza motivi. Soprattutto incerti. Si è sempre allarmati, sul piede di guerra oppure frenàti e disgustati di sé. Sono tutti luoghi dove si perde sangue, dove la vita si svuota!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp