Chiesa Madre di Diamante

La dignità

fiori Cenisio

21 giugno 2021

Nella canzone di Ivano Fossati c’è scritto: “La voglio fare tutta questa strada, fino al punto esatto in cui si spegne…”.  E’ la strada della vita. Come vuoi farla? Immagino che la si voglia fare nella maniera più bella e positiva possibile. Per riuscire nella vita e per migliorare noi stessi ed il mondo a partire da questo periodo difficile a causa della pandemia, sono state indicate delle parole “chiave”, quali coraggio, umiltà, creatività. Ne aggiungo un’altra. Si tratta della “dignità”. Penso alla dignità contemplata in mio padre, boscaiolo e contadino. E’ rimasto sempre nella vita, non è fuggito altrove, non si è rifugiato nell’alcool o in altre vie “sbagliate”. Ha abitato la vita nella sua realtà: ha dovuto attraversare la pioggia, il sole, la neve, camminare a piedi o sull’asino, con o senza le scarpe, con o senza un vestito nuovo. Il suo vestito è stata la dignità di uomo che ogni giorno incomincia la giornata da vivere e la porta a compimento ogni sera per poi riposare e poi ricominciare. Ha abitato con dignità le stagioni buone e quelle meno buone; ha seminato ed ha raccolto, a volte di più, a volte di meno, ma è rimasto fedele a se stesso, alla famiglia e alla terra. E, la sera, dopo aver cenato con i figli, era soddisfatto, salutava con la “buona notte” e andava a riposare tranquillo. E’ appena un colore della “dignità”, ma già ci parla di “stile”.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp