Chiesa Madre di Diamante

La perseveranza

24 aprile 2021

Bisogna liberarsi dal vizio dei rapporti occasionali col bene. Questa si chiama “discontinuità nella salute”. Chi si converte veramente deve essere stabile nella salute dell’anima e non può tornare a camminare sui sentieri del male. Il salmo 34,15 dice: “Sta’ lontano dal male e fa’ il bene, cerca la pace e perseguila”. Il punto di vera crescita sta proprio nella “perseveranza”. Tutto va vissuto nella prospettiva del bene e della pace ritrovata come “abbondanza interiore”. La vita bella secondo il vangelo non può essere ad intermittenza. Essa o è stile di vita o non c’è. Questo stile di vita, lo sappiamo, è opera della grazia di Dio, ma necessita di una disciplina, fatta di regole, di accortezze, di custodia. Va coltivato. Appartiene alla custodia del cuore e si chiama “saggezza”. Se hai imparato ad impostare la vita secondo la direzione della salvezza, della pace, dell’amore, la sfida sta nella perseveranza. Nel bene ci si rimane; il bene non può esser una cosa che capita e basta.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp