Chiesa Madre di Diamante

good-morning-1386006
don Michele Coppa

don Michele Coppa

La riflessione del giorno

L’abbraccio virtuale di responsabilità in una comunione di speranza.

Di fronte all’emergenza Covid-19, la Conferenza Episcopale Italiana, quella calabrese e la nostra Diocesi ci chiedono la sospensione delle celebrazioni in chiesa fino al 3 aprile.

Tutti abbiamo avvertito la ferita per questa restrizione, ma viviamola come occasione per fare delle nostre case una bella “chiesa domestica”. Gesù ha detto: “dove sono due o più persone riunite nel mio nome là ci sono io”.

Le nostre case diventino pertanto “luogo di preghiera, di ascolto della Parola di Dio, laboratorio di dialogo e di confronto, piccola biblioteca dove leggere, studiare, scrivere, altare sul quale offrire gioie, preoccupazioni, sofferenze e speranze, deserto nel quale rivedere il proprio progetto di vita e quello comune della propria famiglia.

È anche importante riprendere a giocare in famiglia, a vedersi qualche film o bel programma televisivo, raccontare le favole ai bambini.

Rinnovo l’invito che ho lanciato ieri sera: stasera ore 19.00 chiudiamo tutto e, in casa, recitiamo i misteri gaudiosi del rosario e la coroncina della divina misericordia. La nostra preghiera, vissuta contemporaneamente, diventa forza, affidata alla Madonna e a San Giuseppe, perché la presentino alla Santissima Trinità. Grazie. Ogni giorno ci terremo in contatto per questo momento di “preghiera domestica”.

condividi l'articolO

Condividi su facebook
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email