Chiesa Madre di Diamante

Dandelion Flowers in Meadow, very shallow DOF. Captured with 1969 Pentacon Lens 135/2,8
don Michele Coppa

don Michele Coppa

La riflessione del giorno

L’essenzialità e le priorità per una vita ordinata

Si sta parlando in questo periodo di educazione all’essenziale, perché la vita si svolga in modo più ordinato e semplice. È sicuramente più facile tenere in ordine una stanza con oggetti essenziali e di primaria importanza che una piena di cose superflue. Lo stesso vale per l’essenziale interiore, intellettivo, relazionale. Anche la mente necessita di un ordine. Se essa raccoglie pensieri di ogni genere, se le sue cartelle di custodia non selezionano ciò che è prioritario da quello effimero e superficiale, si crea un guazzabuglio che impedisce la linearità e la serenità nell’agire. Spesso la vita dei bambini e dei ragazzi viene “riempita” di attività di ogni genere a discapito di una vita relazionale più lineare e semplice. Tutto questo provoca squilibrio tra tempo e spazio, tra cose da fare e vita da vivere. È la frenesia del muoversi e l’impoverimento della creatività. La società dei consumi induce a disporre il tempo e le risorse al tutto “organizzato”. Poterci stare dietro è fatica e stress. Spesso ci lamentiamo della troppa burocrazia nella vita sociale ed amministrativa. Si chiede più semplificazione. La semplificazione, l’essenzialità e le priorità devono poter regolare anche la vita personale e familiare.

condividi l'articolO

Condividi su facebook
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email