Chiesa Madre di Diamante

Lo zafferano

zafferano

 Il Caffè della Bellezza > Zafferano

Originario dell’Asia Minore e Europa Meridionale, lo zafferano può coltivarsi dappertutto in Italia.
La piantagione avviene a fine estate e durante tutto l’autunno. La fioritura si farà in generale rapidamente ma in caso di piantagione tardiva, i bulbi fioriranno solo l’anno successivo. Una volta ben sistemati, la fioritura avviene entro il mese di ottobre; poi il fogliame si sviluppa durante l’inverno per appassire poi a maggio. In giardino, si possono coltivare i bulbi di zafferano in compagnia di piante aromatiche come il timo, la salvia, il rosmarino che amano lo stesso tipo di terreno e di esposizione. In aiuole rocciose, lo zafferano si unisce perfettamente al ciclamino napoletano che fiorisce allo stesso periodo. Si unisce anche molto bene a quasi tutte le perenni come le Scabiose. Lo zafferano ha diverse proprietà: è molto ricco di carotenoidi, di alfa crocina dalla quale prende il colore giallo, di glucosio, di olio essenziale volatile irritante. E’ stimolante, ha proprietà toniche e sedative. Dello zafferano si utilizzano gli stimmi dei fiori per ricavare la preziosa spezia. Lo zafferano è utilizzato anche per la preparazione di alcuni medicinali. Esistono diverse varietà di zafferano che differiscono tra loro per il colore dei fiori e per la lunghezza degli stimmi.

Nel linguaggio dei fiori lo zafferano è simbolo di ricchezza, di benessere e felicità. In Oriente, ancora oggi, si usa regalare lo zafferano quale augurio di lunga vita e prosperità. Il suo colore richiama i raggi del sole.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp