Chiesa Madre di Diamante

Ore 19.00: santo Rosario > Misteri della Luce

Buongiorno Diamante La parola di don Michele

Santo Rosario > Misteri della luce – Prepariamoci a vivere la Festa della Divina Misericordia  

Inizio

Credo in Dio, Padre onnipotente, creatore del cielo e della terra; e in Gesù Cristo, suo unico Figlio, nostro Signore, il quale fu concepito di Spirito Santo, nacque da Maria Vergine, patì sotto Ponzio Pilato, fu crocifisso, morì e fu sepolto; discese agli inferi; il terzo giorno risuscitò da morte; salì al cielo, siede alla destra di Dio, Padre onnipotente; di là verrà a giudicare i vivi e i morti. Credo nello Spirito Santo, la santa Chiesa cattolica, la comunione dei santi, la remissione dei peccati, la risurrezione della carne, la vita eterna. Amen.

O Dio, vieni a salvarmi

Signore, vieni presto in mio aiuto

Gloria al Padre….
Gesù mio, perdona le nostre colpe, preservaci dal fuoco dell’inferno, porta in cielo tutte le anime, specialmente le più bisognose della tua misericordia.

Primo mistero della luce: Il Battesimo di Gesù al Giordano

Dal Vangelo di Luca 3,15-22

Poiché il popolo era in attesa e tutti si domandavano in cuor loro, riguardo a Giovanni, se non fosse lui il Cristo, Giovanni rispose a tutti dicendo: «Io vi battezzo con acqua; ma viene uno che è più forte di me, al quale io non son degno di sciogliere neppure il legaccio dei sandali: costui vi battezzerà in Spirito Santo e fuoco.

Quando tutto il popolo fu battezzato e mentre Gesù, ricevuto anche lui il battesimo, stava in preghiera, il cielo si aprì e scese su di lui lo Spirito Santo in apparenza corporea, come di colomba, e vi fu una voce dal cielo: «Tu sei il mio figlio prediletto, in te mi sono compiaciuto».

Riflessione sul Battesimo

Il battesimo di Gesù al fiume Giordano è segno di penitenza e conversione per tutta l’umanità. La stessa predicazione del Battista è il grido che invita fortemente al cambiamento di vita. E’ voce ancora attuale per il nostro mondo che va dietro agli idoli, giustificandoli con la logica dei bisogni umani. E’ vero che l’uomo ha fame e sete, ma non deve riempirsi di cibo mentre c’è tanta gente che non ha il necessario per vivere. C’è il bisogno dello svago, ma l’uomo non deve ridurre la vita a svago, a divertimento, sfrenatezza. C’è lo svago pulito e salutare e c’è quello che mortifica la propria e altrui dignità. C’è bisogno di affetto, ma l’uomo non deve scambiare l’affetto con il piacere carnale ed una vita licenziosa. C’è il bene più grande della fedeltà all’amore imparato da Gesù. C’è bisogno di denaro, ma l’uomo non può fare della ricchezza il senso della vita, tanto da esser sempre indaffarato nelle cose e fra le cose. Il Battista grida ancora: razza di vipere…fate frutti degni di conversione!

Prepariamoci alla Festa della Divina Misericordia: Tre promesse particolari fatte da Gesù Santa Faustina

Prima Promessa particolare: Chiunque reciterà la Coroncina alla Divina Misericordia otterrà tanta misericordia nell’ora della morte – cioè la grazia della conversione e la morte in stato di grazia – anche se si trattasse del peccatore più incallito e la recita una volta sola…
(Quaderni…, II, 122)

1 Padre nostro – 10 Ave Maria – 1 Gloria al Padre – Gesù mio…

Secondo mistero della luce: Gesù trasforma l’acqua in vino a Cana

Dal vangelo di Giovanni 3:1-13

1 C’era tra i farisei un uomo chiamato Nicodèmo, un capo dei Giudei. 2 Egli andò da Gesù, di notte, e gli disse: «Rabbì, sappiamo che sei un maestro venuto da Dio; nessuno infatti può fare i segni che tu fai, se Dio non è con lui». 3 Gli rispose Gesù: «In verità, in verità ti dico, se uno non rinasce dall’alto, non può vedere il regno di Dio». 4 Gli disse Nicodèmo: «Come può un uomo nascere quando è vecchio? Può forse entrare una seconda volta nel grembo di sua madre e rinascere?». 5 Gli rispose Gesù: «In verità, in verità ti dico, se uno non nasce da acqua e da Spirito, non può entrare nel regno di Dio. 6 Quel che è nato dalla carne è carne e quel che è nato dallo Spirito è Spirito. 

Riflessione sul Battesimo

C’è il battesimo di acqua e c’è il battesimo di acqua e spirito. Il primo è rituale, il secondo è sacramentale. Noi abbiamo ricevuto quello sacramentale che ha significato quella trasformazione simboleggiata dall’acqua cambiata in vino a Cana di Galilea. E’ la trasformazione che Gesù chiede a Nicodemo: “rinascere dall’alto”. Questo è l’intervento di Dio nella nostra vita: con la sua morte Gesù versa il sangue della passione e crocifissione in noi, nel nostro peccato e quel sepolcro diventa “madre” che rigenera a vita nuova. Rinasciamo in Cristo. Risorgiamo con Lui. Questa è teologia. Ma ne siamo veramente convinti, oppure il nostro battesimo e quello dei nostri figli è stato ed è rimasto semplicemente un rito, bloccando di fatto la rinascita? E’ tempo di svegliarsi dal sonno e far germogliare il seme dello Spirito che è stato piantato in noi tanto tempo fa. Non possiamo fermarci alla carne. La carne è stata guarita dal sacrificio di Cristo ed in essa è germogliata la vita nuova nello Spirito. E’ santificata ed elevata dallo Spirito.

Seconda promessa particolare:  Quando verrà recitata vicino agli agonizzanti, mi metterò fra il Padre e l’anima agonizzante non come giusto Giudice, ma come Salvatore misericordioso. Gesù ha promesso la grazia della conversione e della remissione dei peccati agli agonizzanti in conseguenza della recita della Coroncina da parte degli stessi agonizzanti o degli altri (Quaderni…, II, 204 – 205)

1 Padre nostro – 10 Ave Maria – 1 Gloria al Padre – Gesù mio…

Terzo mistero della luce: E’ venuto a voi in Regno di Dio

Dal vangelo di Luca 17, 20-25

20Interrogato dai farisei: «Quando verrà il regno di Dio?», rispose: 21«Il regno di Dio non viene in modo da attirare l’attenzione, e nessuno dirà: Eccolo qui, o: eccolo là. Perché il regno di Dio è in mezzo a voi!».

22Disse ancora ai discepoli: «Verrà un tempo in cui desidererete vedere anche uno solo dei giorni del Figlio dell’uomo, ma non lo vedrete. 23Vi diranno: Eccolo là, o: eccolo qua; non andateci, non seguiteli. 24Perché come il lampo, guizzando, brilla da un capo all’altro del cielo, così sarà il Figlio dell’uomo nel suo giorno. 25Ma prima è necessario che egli soffra molto e venga ripudiato da questa generazione.

Riflessione

Col battesimo – sacramento siamo entrati a fare parte della famiglia di Dio, siamo suo popolo santo. Il suo regno, preparato nell’Antico Testamento, si concretizza con la venuta e l’abitazione di Gesù nel mondo e continua, oggi, nella visibilità della chiesa. Il Regno di Dio non è una favola esemplare che si racconta; è un fatto da vivere e nel quale camminare quotidianamente fino alla seconda venuta di Gesù: “verrà di nuovo nella gloria per giudicare i vivi e i morti ed il suo regno non avrà fine”. In questo preciso momento della storia io, tu, tutti noi siamo i destinatari e gli operai del regno di Dio nel mondo. Non stiamo costruendo il nostro mondo, il nostro piccolo regno, la nostra felicità, ma il regno di Dio che è salvezza, vita, pace e gioia per tutti. Ricordiamoci che non siamo i padroni del mondo. C’è sempre il Re dal quale prendere ordini. Ubbidire e servire sono garanzia del successo e della vittoria sul male.

Terza promessa particolare: Tutte le anime che adoreranno la Mia Misericordia e reciteranno la Coroncina nell’ora della morte non avranno paura. La Mia Misericordia li proteggerà in quell’ultima lotta (Quaderni…, V, 124).

1 Padre nostro – 10 Ave Maria – 1 Gloria al Padre – Gesù mio…

Quarto mistero della luce: La trasfigurazione di Gesù

Dalla Lettera ai Romani 6,3-11

3O non sapete che quanti siamo stati battezzati in Cristo Gesù, siamo stati battezzati nella sua morte? 4Per mezzo del battesimo siamo dunque stati sepolti insieme a lui nella morte, perché come Cristo fu risuscitato dai morti per mezzo della gloria del Padre, così anche noi possiamo camminare in una vita nuova. 8Ma se siamo morti con Cristo, crediamo che anche vivremo con lui, 9sapendo che Cristo risuscitato dai morti non muore più; la morte non ha più potere su di lui. 10Per quanto riguarda la sua morte, egli morì al peccato una volta per tutte; ora invece per il fatto che egli vive, vive per Dio. 11Così anche voi consideratevi morti al peccato, ma viventi per Dio, in Cristo Gesù.

Riflessione

Il nostro battesimo

Anche noi, nel giorno del nostro battesimo, siamo stati portati al santo fonte, come Cristo dalla croce fu portato al sepolcro.
     I nostri genitori  sono stati interrogati se credevano nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Poi abbiamo ricevuto per tre volte l’acqua sulla testa.  Con questo rito abbiamo espresso un’immagine e un simbolo. Abbiamo rappresentato la sepoltura di tre giorni del Cristo. Nello stesso istante siamo morti e siamo rinati (morti con Cristo e risuscitati con Lui) e la stessa onda salutare divenne per noi “sepolcro e madre”. Quanto avvenuto al fonte battesimale si è impresso in noi con la croce incisa sulla fronte e con l’acqua e lo Spirito che hanno penetrato tutto di noi ed operato realmente il passaggio dalla morte alla vita. Siamo diventati figli di Dio. Da quel momento lo Spirito Santo suscita in noi il bisogno di rivolgerci a Dio e chiamarlo: “Abbà, Padre”!

1 Padre nostro – 10 Ave Maria – 1 Gloria al Padre – Gesù mio…

Quinto mistero della luce: l’istituzione dell’Eucaristia

Dalla Prima lettera di San Paolo ai Corinzi 12,12-13

La chiesa viene paragonata al corpo umano
12 Poiché, come il corpo è uno e ha molte membra, e tutte le membra del corpo, benché siano molte, formano un solo corpo, così è anche di Cristo. 13 Infatti noi tutti siamo stati battezzati in un unico Spirito per formare un unico corpo, Giudei e Greci, schiavi e liberi; e tutti siamo stati abbeverati di un solo Spirito.   

Riflessione

L’eucaristia, la partecipazione piena e consapevole alla messa domenicale rinnova e fortifica il senso di appartenenza alla famiglia di Dio e alla responsabilità che ognuno di noi ha, quotidianamente, perché la salvezza avvenuta sulla croce si concretizzi nella nostra storia e nel mondo. La domenica andiamo attorno alla mensa per dire alla santissima Trinità: eccomi, vengo a celebrare il memoriale della morte e risurrezione di Gesù, grazie al quale sono stato battezzato e faccio parte della famiglia di Dio; ma vengo anche per rinnovare il mio “sì” alla missione: mandami ancora a lavorare nella tua vigna perché quella grazia di salvezza venga distribuita attraverso le mie parole, le mie mani, il mio cuore. Signore Tu vivi in me ed io ti porto sempre con me perché la Luce dell’Amore che salva continui a splendere nel mondo. Fammi strumento del tuo Amore!

1 Padre nostro – 10 Ave Maria – 1 Gloria al Padre – Gesù mio…

Salve Regina

Salve Regina, madre di misericordia, vita, dolcezza e speranza nostra, salve. A te ricorriamo, esuli figli di Eva; a te sospiriamo gementi e piangenti in questa valle di lacrime. Orsù dunque, avvocata nostra, rivolgi a noi gli occhi tuoi misericordiosi. E mostraci, dopo questo esilio, Gesù, il frutto benedetto del tuo seno. O clemente, o pia, o dolce Vergine Maria.

Litanie Lauretane

Signore, pietà

Cristo, pietà

Signore, pietà.

Cristo, ascoltaci.

Cristo, esaudiscici.

Invocazioni alla SS. Trinità

Padre del Cielo, che sei Dio; Abbi pietà di noi

Figlio, Redentore del mondo, che sei Dio; Abbi pietà di noi

Spirito Santo, che sei Dio; Abbi pietà di noi,

Santa Trinità, unico Dio; Abbi pietà di noi,

Litanie alla Madonna

Santa Maria, prega per noi

Santa Madre di Dio, prega per noi

Santa Vergine delle vergini, prega per noi

Madre di Cristo, prega per noi

Madre della Chiesa, prega per noi

Madre della divina grazia, prega per noi

Madre purissima, prega per noi

Madre castissima, prega per noi

Madre sempre vergine, prega per noi

Madre immacolata, prega per noi

Madre degna d’amore, prega per noi

Madre ammirabile, prega per noi

Madre del Buon Consiglio, prega per noi

Madre del Creatore, prega per noi

Madre del Salvatore, prega per noi

Madre di misericordia, prega per noi

Vergine prudentissima, prega per noi

Vergine degna di onore, prega per noi

Vergine degna di ogni lode, prega per noi

Vergine potente, prega per noi

Vergine clemente, prega per noi

Vergine fedele, prega per noi

Specchio della santità divina, prega per noi

Sede della Sapienza, prega per noi

Causa della nostra letizia, prega per noi

Tempio dello Spirito Santo, prega per noi

Tabernacolo dell’eterna gloria, prega per noi

Dimora tutta consacrata a Dio, prega per noi

Rosa mistica, prega per noi

Torre di Davide, prega per noi

Torre d’avorio, prega per noi

Casa d’oro, prega per noi

Arca dell’alleanza, prega per noi

Porta del cielo, prega per noi

Stella del mattino, prega per noi

Salute degli infermi, prega per noi

Rifugio dei peccatori, prega per noi

Consolatrice degli afflitti, prega per noi

Aiuto dei cristiani, prega per noi

Regina degli Angeli, prega per noi

Regina dei Patriarchi, prega per noi

Regina dei Profeti, prega per noi

Regina degli Apostoli, prega per noi

Regina dei Martiri, prega per noi

Regina dei confessori della fede, prega per noi

Regina delle Vergini, prega per noi

Regina di tutti i Santi, prega per noi

Regina concepita senza peccato originale, prega per noi

Regina assunta in cielo, prega per noi

Regina del santo Rosario, prega per noi

Regina della famiglia, prega per noi

Regina della pace, prega per noi.

Agnello di Dio che togli i peccati del mondo, perdonaci, o Signore.

Agnello di Dio che togli i peccati del mondo, ascoltaci, o Signore.

Agnello di Dio che togli i peccati del mondo, abbi pietà di noi.

Preghiere di conclusione

Prega per noi, Santa Madre di Dio.

E saremo fatti degni delle promesse di Cristo.

Preghiamo: Concedi ai tuoi figli, Signore Dio nostro, di godere sempre la salute del corpo e dello spirito, e, per la gloriosa intercessione di Maria santissima, sempre vergine, salvaci dai mali che ora ci rattristano e guidaci alla gioia senza fine. Per Cristo nostro Signore.

Amen

Un Padre – Ave – Gloria secondo le intenzioni del Papa

3 Eterno riposo per i defunti

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp