Chiesa Madre di Diamante

Sì sì, no no

Il Caffè della Bellezza > il malessere del chiacchiericcio

C’è un modo migliore di relazionarsi tra amici, in casa o al bar o a passeggio o per telefono; un modo diverso del “taglia e cuci”, ovvero del pettegolare ed esercitarsi nella critica sugli altri? C’è come un esercizio di godimento nel dire le cose altrui, nel criticare i comportamenti, nel mettere in giro fatti privati, il più delle volte non veri, amplificati e segnati dal “pessappochismo”. Perché tutto questo? A chi serve e a che serve? E’ un giro di parole e notizie sollecitato dalla curiosità e dal gusto del pettegolezzo. Che fare allora? Da questo giro brutto e irrispettoso bisogna passare ad un altro stile: parlare solo di sé e non degli altri. E se proprio si vogliono far circolare i ragionamenti ed i fatti altrui, è fondamentale parlarne sempre bene, difenderli o dire: “non ci sto a questo chiacchiericcio, cambiamo discorso!”. E’ necessario tagliare immediatamente ogni tentativo di pettegolezzo. E se proprio sei tanto interessato a ciò che dicono e fanno gli altri, chiedilo direttamente a loro, senza entrare nel giro deformante del “gazzettino” degli amici degli amici o delle amiche delle amiche. Gesù dice: “ Il vostro parlare sia sì sì, no no. Il di più viene dal maligno”.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp